lunedì 11 dicembre 2017

Pennoni rigati con ragù piccante

Alla  carne macinata di bovino ho aggiunto anche ‘nduja; è venuto un condimento piccante e gustoso con cui ho condito dei pennoni rigati. Per chi ama sapori piccanti.




Pennoni rigati con ragù piccante




Ingredienti:

400 g di pennoni rigati
800 g di pelati
450 g circa di macinato di bovino
60 g di ‘nduja
1 peperoncino
1 cipolla dorata
1 carota
1 costa di sedano
1 cucchiaio di vino rosso
olio extravergine di oliva
sale 

40 g di parmigiano Reggiano o Grana Padano

Preparazione:

Si trita a coltello la carota, il sedano, la cipolla ed il peperoncino. Si mette il trito in un tegame con olio extra vergine di oliva, si lascia cuocere a fuoco moderato per 5-8 minuti, si aggiunge il macinato, si lascia cuocere a fuoco vivace per alcuni minuti il tempo per farli colorire. Si sfuma con il vino rosso, si aggiunge la passata di pomodoro e 'nduja. Si copre con un coperchio e si lascia cuocere a fuoco lento per circa 2 ore mezzo, girando ogni tanto. (Il ragù l'ho fatto il giorno prima, per farlo “riposare”). 

Si cuoce la pasta in abbondante acqua salata, si scola al dente si condisce con un po' di ragù piccante; s'impiatta si aggiunge altro ragù e una spolverata di formaggio.





giovedì 7 dicembre 2017

Crostone con lardo e zucca

Ho fatto sciogliere un po’ il lardo su ogni fetta di pane, poi ho aggiunto dadini di zucca scottata in padella in olio aromatizzato al rosmarino.


Crostone con lardo e zucca




Ingredienti:

4 fette di pane casareccio
4 fette di lardo
200 g di zucca napoletana
aghi di rosmarino
olio extra vergine di oliva
pepe nero

Preparazione:

Si priva la zucca della buccia e si taglia a dadini. Si fa saltare in padella con olio extra vergine di oliva ed aghi di rosmarino, si pepa il tutto.  
Nel frattempo su ogni fetta di pane si mette una fetta di lardo, si mette in forno caldo per far sciogliere un po’ il  lardo; si toglie dal forno e su ogni fetta si deposita i dadini di zucca.







lunedì 4 dicembre 2017

Stracciatella alla romana

La stracciatella a Roma è un primo piatto di brodo di carne che può essere di gallina, cappone o manzo in cui è aggiunto un composto di uova (in genere uno a persona) sbattute con parmigiano, noce moscata, scorza di limone e pepe nero che a contato con il brodo caldo si coagulano formando dei grumi, poi girando vengono stracciati da cui il nome "stracciatella". E’ un piatto che si trova anche in altre regioni con varianti nel nome e negli ingredienti. 
In genere viene servito nei giorni di festa come a Natale o a Pasqua. Per me è un piatto dei ricordi di quando ero bambina, una vera coccola.



Stracciatella alla romana




Ingredienti:

1 litro e mezzo di brodo di gallina (può essere anche di cappone o manzo)
4 uova 
60 g di parmigiano grattugiato
scorza di limone grattugiata
noce moscata grattugiata
pepe nero


Preparazione:

In una ciotola si mettono le uova, il parmigiano, noce moscata, scorza di limone, pepe nero, si sbattono amalgamandole bene. Si lasciano insaporire.
Si porta ad ebollizione il brodo, si sala e si versa il composto di uova, si mescola per alcuni minuti in modo che il composto si coaguli formando dei grumi: la stracciatella. Si spegne e si serve caldo.




Stracciatella alla romana









Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...